15 novembre 2017

Torta semplice di zucca e mandorle

Io amo le zucche ....il loro colore, le  forme, il sapore, mi piacciono persino i semi.
 La mia amica Rosy lo sa e me ne ha regalato una gigantesca .
Oltre che come decorazione ...
 la sto cucinando un po' alla volta, in creme e minestre, a fette arrostita al crisp. E' dolcissima e compatta, ideale anche per la torta.
 La ricetta era in Internet , l'ho leggermente modificata secondo i miei gusti, ho diminuito lo zucchero (era 150g), invece  della vanillina e la scorza di limone ho messo l'amaretto, invece di  240 di farina ho usato metà di farina 00 e metà di farina d'avena. invece dell'olio di semi ho usato quello d'oliva.

INGREDIENTI
400 g di zucca cruda
4 uova
120 g di zucchero
120 g di farina di mandorle
120 g di farina 00
120 g di farina d'avena
una bustina di lievito per dolci,
un cucchiaio di olio extra vergine d'oliva
un cucchiaio di amaretto alle mandorle
mezzo cucchiaino di cannella
un pizzico di sale
zucchero a velo q.b.


PREPARAZIONE
come prima cosa ho cotto la zucca per 12 minuti nel microonde, l'ho lasciata raffreddare e l'ho schiacciata con una forchetta
 in una ciotola ho montato le uova con lo zucchero, il pizzico di sale e la cannella

 ho aggiunto la farina ,l'avena, la farina di mandorle, l'olio, il liquore e la zucca schiacciata, ho mescolato bene  e come ultima cosa ho aggiunto il lievito setacciato
ho versato il composto nella tortiera da 26 cm di diametro imburrata e infarinata
 ho cotto in forno riscaldato a 180° per circa un'ora
una volta raffreddata l'ho spolverata con lo zucchero a velo
una coccola autunnale
semplicissima da preparare
 vi assicuro che è morbidissima....profumatissima...
e leggermente umida come piace a me
Perfetta per un tè o per la colazione.

alla prossima
Gio



11 novembre 2017

Corona dell'Avvento 2017

Domani comincia per noi il tempo d'Avvento 
il nostro rito Ambrosiano prevede 6 settimane invece delle 4 canoniche.
Anche quest'anno con molto piacere ho preparato la 
Corona D'Avvento per la nostra Chiesa
 ecco come ho fatto:
 come prima cosa ho creato le stelle .
A questo scopo, qualche giorno prima, ho impresso nel DAS un centrino di pizzo plastificato 
 con un fiore che sembra una stella a sei punte
 e con un taglierino ho ritagliato i contorni, sempre con lo stesso procedimento ho ritagliato  altre stelle più piccole e ho lasciato che asciugassero all'aria, 
 come base ho usato un sottovaso di plastica che ho ricoperto di spugna per fioristi
 con del pino artificiale ho creato la corona, fissandola con la colla a caldo sul bordo del piatto
 con un bicchiere ho ritagliato gli spazzi per i ceri, ho inserito nella spugna i rametti con le bacche
 le pigne e ho incollato con la colla a caldo  le mie stelle
 ovviamente Nina ha fatto il controllo qualità

 la Corona è pronta
 Buon Avvento a tutti!
A presto
Gio


6 novembre 2017

Deco-torta obbiettivo 80

 Per gli ottant'anni di Agostino
grande appassionato di fotografia
 grande sensibilità e disponibilità
memoria storica e fotografica del nostro piccolo paese
 80 anni portati benissimo
 
 questa è la torta
che Angela ed io 
abbiamo preparato per lui.

Ancora Auguri Agostino!
Gio

30 ottobre 2017

Il castello dei fantasmi


lavoretto per Halloween
In un tranquillo sabato di paura
con la mia nipotina streghetta Rebecca,
 alle prese con un foglio di cartoncino nero 70 x 100 cm
(c'è anche la stregatta Nina che sonnecchia e ci gira le spalle)
con una matita bianca abbiamo disegnato i quattro lati del castello
con un po' di pazienza abbiamo ritagliato finestre portoni e torrette
sul retro abbiamo incollato la carta velina arancione
fatto delle pieghe sui quattro lati e chiuso a scatola incollando il margine
abbiamo disegnato su un foglio di carta bianca dei piccoli fantasmini, li abbiamo ritagliati e incollati sui muri del castello
poi, all'interno del castello, abbiamo acceso un cero 
 spento la luce e.... Boooo
               retro                                         fronte
una volta acceso ovviamente non va lasciato incustodito.

adesso non resta che preparare la merenda delle streghe:

Fuoco brucia, bolli paiolo..
Occhio di tritone, dito di rana,
Pelo di nottola, lingua di cane,
Forca di vipera e punta d’orbetto,
Zampa di ramarro, ala di gufetto,
Per una fattura che faccia male,
Bolli e ribolli brodo infernale.
(William Shakespeare)

chi ne vuole un po'?

streghetta Rebecca e  streganonna Gio'



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...