19 marzo 2020



E la gente rimase a casa
e lesse libri e ascoltò
e si riposò e fece esercizi
e fece arte e giocò
e imparò nuovi modi di essere
e si fermò
e ascoltò più in profondità
qualcuno meditava
qualcuno pregava
qualcuno ballava
qualcuno incontrò la propria ombra
e la gente cominciò a pensare in modo differente
e la gente guarì.

E nell’assenza di gente che viveva
in modi ignoranti
pericolosi
senza senso e senza cuore,
anche la terra cominciò a guarire
e quando il pericolo finì
e la gente si ritrovò
si addolorarono per i morti
e fecero nuove scelte
e sognarono nuove visioni
e crearono nuovi modi di vivere
e guarirono completamente la terra
così come erano guariti loro.

(Kathleen O’Meara)




dopo non saremo più quelli di prima

abbraccio
Gio

12 marzo 2020

Gufetti di pasta di sale

avevo in bozza queste foto ....sono della scorsa settimana.
una giornata creativa con le mie piccole.
un modo, come ce ne possono essere tanti altri, per impegnare i bambini in questi giorni di restrizione per tutti
a distanza di pochi giorni le cose sono cambiate, non si può più nemmeno andare a prendere le bambine fuori dal comune. Fortunatamente mio figlio può lavorare da casa ...anche se con le bambine è difficile rimanere concentrati sul computer.
guardo queste manine e mi commuovo....
però so che stanno bene tutti e anche se mi mancano capisco che questo è per il nostro bene
penso che si stia davvero facendo tutto il possibile per fermare questa pandemia 
dobbiamo essere forti ...rispettare tutte le indicazioni igieniche e sociali
e pregare.....pregare... pregare
pregare...soprattutto per chi sta in prima linea nelle corsie degli ospedali...
per chi non ce l'ha fatta e per i loro cari


Maria  intercedi per noi...
Padre liberaci dal male...


vi abbraccio
Gio

6 marzo 2020

I dolcetti al cocco

trasformiamo questi giorni di emergenza sanitaria in ricordi felici per i nostri piccoli 
a volte basta poco per trascorrere qualche ora dolce e creativa..
in rete ho trovato questa facile ricetta per fare dei deliziosi dolcetti al cocco
pochi ingredienti ....tanto divertimento
bastano 240 g di cocco rapè
120 g di zucchero
40 g di farina (noi abbiamo usato farina di riso)
3 uova
un pizzico di sale
scorza di limone
si sbattono le uova con lo zucchero, si aggiunge il cocco e la farina setacciata, il pizzico di sale,la scorza di limone. Si impasta bene, si divide in tante palline di  2/3 cm di diametro
e si cuociono in forno caldo a 180° per 15 minuti
noi ci siamo dimenticate del tempo e li abbiamo cotti qualche minuto in più..
erano comunque buonissimi e le mie bimbe sono state felici di aver preparato la merenda con le loro manine
combattiamo questo virus con tutti i mezzi...
anche con la dolcezza.
forza Lombardia ...
forza Italia

a presto 
nonna Gio








27 febbraio 2020

Coniglietti pieghettati

 Scuole chiuse ......casa dei nonni aperta
il pomeriggio di ieri lo abbiamo riempito con la costruzione di questi musini di coniglio
qualcosa a metà strada tra una maschera e una decorazione pasquale
 Julia e Rebecca non aspettano altro ...
non avevo in casa il cartoncino rosa e così ho fatto colorare con le matite le orecchie, il musetto e gli occhi

 poi la parte più difficile ....pieghettare i fogli bianchi
 Rebecca è stata bravissima , oltre ai suoi ha pieghettato anche quelli della sua sorellina
troppo piccola per questo lavoro
 una volta preparati i ventagli li abbiamo uniti con la spillatrice 
 abbiamo aggiunto le orecchie ai lati della testa
e incollato le altre parti
 voilà .... la coniglietta Julia
 e la coniglietta Rebecca
 in questi giorni difficili per tutti noi lombardi 
cerchiamo in tutti i modi di non trasmettere o scaricare sui nostri piccoli le nostre ansie e paure.
 giochiamo insieme e impegniamoli con momenti creativi
...fa bene a loro
e anche a noi.

a presto
Gio



20 febbraio 2020

i gufetti di Agnese

La mia amica Agnese ha voluto imparare a fare i gufetti di carta riciclata
ne ha fatto uno per ognuno dei suoi nipoti
come prima cosa ha imparato a realizzare le cannucce :
la parte centrale degli occhi e dei gufi sono cannucce fatte con i giornali, le parti più esterne invece sono cannucce realizzate con strisce di carta da pacco marrone o blu

c'è stato tutto un lavoro di preparazione delle singole parti :le pance, gli occhi, le ali, la coda, le sopracciglia, il becco, il rametto con le zampette e il nastrino per appendere. Ogni cosa è stata posizionata e incollata con la colla a caldo. Come ultima cosa abbiamo dipinto le pupille con l'acrilico nero e i riflessi luce con l'acrilico bianco.
il tutto condito di chiacchiere  e sorrisi
.... un bel pomeriggio e, a lavoro finito, tanta soddisfazione per Agnese.
Spero che i suoi nipoti abbiano apprezzato il dono di questa dolcissima zia.
A presto
Gio
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...