15 ottobre 2018

Gatti alla finestra

Chi ha un gatto lo sa bene...Ci passano le ore,
 attenti a tutto ...e al di sopra di tutto
loro lo sanno che...
La vita è una finestra aperta al mondo, 
 sta a te decidere cosa vuoi vedere. 
 Sii felice per quello che hai, 

 non passare la vita a cercare quello che ti manca,

  sarebbe una ricerca senza fine.
Giovanni Di Blasi


i miei pelosetti alla finestra: 
la curiosità di Nina 


 l'indifferenza di Vasco



Buona giornata
Gio

9 ottobre 2018

Biglietti con i ricci

 tratto indelebile, pastelli e acquerelli
timidi ricci 
in situazioni tenere
 adatti al compleanno dei bimbi
 li ho visti in Pinterest
 e mi hanno ispirato


Gio

4 ottobre 2018

Savogno ....il borgo abbandonato

 si erge su di un terrazzo naturale proprio sopra le cascate gemelle dell'Acquafraggia e lo si può raggiungere solo a piedi.
alla fine della mulattiera ci accoglie la chiesa di S. Bernardino risalente al 1450 circa
restaurata nell'800 negli anni in cui S.Luigi Guanella ne divenne parroco
ecco come don Guanella descriveva Savogno:
«Savogno è villaggio umilissimo che si aggrappa agli scogli del monte,
 entro una valle ripida che guida al vertice del monte Stella,
 il più alto culmine in Italia dopo il Monte Rosa. 
Dallo Stella si prospetta al canton Grigione da tramontana, 
alla valle Mesolcina da ponente,
 alla Lombardia da mezzodì,
 e da levante all’Engadina svizzera ed al Maloia,
 da cui parte il gruppo delle Alpi che discendono ad incoronare la penisola italica 

e il corso delle acque dei fiumi, precipui il Reno e il Danubio [Inn],

 che per due lati opposti si incamminano a salutare le principali regioni d’Europa»
 camminare tra i ruderi
  o tra i vicoli
  sulle antiche lobbie 
 scoprendo antichi portoni
 tra scalette di legno o di sasso
 si comprende come doveva essere la vita degli abitanti di questo villaggio
che alla fine degli anni sessanta lo abbandonarono  in massa
ad oggi risulta un solo residente
anche se alcune case sono state restaurate
per essere abitate nel periodo estivo come seconde case
conservando i tratti architettonici originali
Savogno ha origini medioevali 
alcune case hanno sulla porta  iscrizioni risalenti al 1200/1400 d.c.
dopo un paio d'ore torniamo a valle riprendendo la mulattiera e scendendo a uno a uno i 2800 gradini
i piedi sono stanchi ...ma lo spirito è leggero
bellissima passeggiata che consiglio a tutti
a presto
Gio
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...