19 novembre 2018

L'ora del té

Ancora Book folding ...
 dopo la tazza  non poteva mancare la teiera

 e dopo la teiera ... la zuccheriera
 e qualche fiorellino per ingentilire il servizio
tutto rigorosamente  creato da vecchie pagine

pazientemente piegate nei pomeriggi piovosi...
il tutto posato su di un vecchio vassoio con il piano ricoperto di cartoncino nero
sorseggiando un bel tè al gelsomino , mentre la mamma e la gatta sonnecchiano sul divano
 volete favorire?
Un tè fantasioso all'aroma di vecchia carta stampata, per palati colti e un po' vintage.

Beviamo, nel frattempo, un sorso di tè. Lo splendore del meriggio illumina i bambù, le sorgenti gorgogliano lievemente, e nella nostra teiera risuona il mormorio dei pini. Abbandoniamoci al sogno dell’effimero, lasciandoci trasportare dalla meravigliosa insensatezza delle cose.
(Okakura Kakuzō)


a presto
Gio


18 novembre 2018

Prima domenica di Avvento

Rito Ambrosiano

 Le parole della novità «Vedranno il Figlio dell'uomo venire su una nube»  La novità è che Dio ci viene incontro nel nostro cammino per avvicinare il cielo alla terra per cui tutto appare nuovo se diventa chiara la meta del viaggio che è la vita. A prima vista tutto sembra dolore, disperazione ma ci sono parole buone che ci parlano di vittoria del bene, di luce, bontà, giustizia, testimonianza, perseveranza, gloria. 

(chiesa di Milano)

Buona domenica
Gio

13 novembre 2018

Biglietti di Natale

per il banco solidale della mia associazione
"DA DONNA A DONNA"
 elemento comune "le pagine dei libri"
 alberelli 3D realizzati con quadratini di carta piegati e incollati
 paginette su cui ho disegnato candele colorate con i pastelli
 alcuni con un gioco di ritaglio su di un cartoncino in contrasto di colore

 tutti con le stelle come tema
 sottolinature in tratto indelebile rosso
tutto molto semplice
... come il Natale

a presto con altri biglietti
Gio

12 novembre 2018

Una tazza scritta

Ispirata dai vasi fioriti di Carmen
ho riprovato con la tecnica del Book folding.
Alcuni anni fa avevo piegato diversi Alberelli natalizi per il mercatino solidale, realizzati con edizioni economiche che avevo in casa. 
 anche in Pinterest si trovano tanti progetti, alcuni molto semplici come la mia tazza, fino ad arrivare a creazioni complicate e molto decorative che richiedono tanta pazienza e precisione.
 come primo lavoro ho scelto questa tazza da té
con particolari in cartoncino nero .

Un bagno rinfresca il corpo, una tazza di tè lo spirito.
(Proverbio Giapponese)

sto già lavorando ad altri progetti
a presto
Gio

7 novembre 2018

Torta Anna al cioccolato senza farina e burro


Per il suo compleanno, Rebecca ha chiesto a nonno Mario una torta al cioccolato, impossibile dire di no alla nostra adorata nipotina ma allo stesso tempo dobbiamo fare i conti anche con le intolleranze alimentari di Rebecca. Super-nonno Mario non si scoraggia e inventa una torta cioccolatosa adatta a lei. L'abbiamo chiamata torta Anna, come il personaggio di Frozzen che Rebecca a voluto sulla sua torta

 Ingredienti:
per la torta
5 uova 
150g di zucchero
100g di farina di riso
25 g di fecola di patate
25 g di cacao amaro
125 g di margarina vegetale
un pizzico di sale
 aroma di vaniglia.

Ingredienti per la crema ganache al cioccolato:
500g di panna vegetale già zuccherata
300g di cioccolato fondente

Ingredienti 
per la crema pasticcera al cioccolato fondente:
500ml di latte di soia
150 g di zucchero
7 tuorli
50 g di amido di mais
100g di crema ganache al cioccolato

Per la bagna
maraschino e acqua in parti uguali
4 cucchiaini di zucchero

PREPARAZIONE
Montare a lungo le uova con lo zucchero, setacciare insieme le farine( fecola, farina di riso e cacao) e unirle al composto di uova, aggiungere il sale, la vaniglia e in fine la margarina sciolta e raffreddata. Cuocere in forno a 160° per un'ora circa. Per la crema ganache portare ad ebollizione la panna vegetale, aggiungere il cioccolato a pezzi , mescolare fino alla completa fusione. far raffreddare e montare con lo sbattitore. Per la crema pasticcera scaldare il latte di soia con l'aroma di vaniglia,a parte sbattere le uova con lo zucchero e l'amido di mais, quando il composto sarà ben gonfio stemperare con qualche cucchiaiata di latte aromatizzato, mescolare bene e poi trasferire il composto nel pentolino del latte e far addensare sul fuoco basso continuando a rimescolare, unire alcune cucchiaiate di crema ganasce precedentemente preparata e porre la crema a raffreddare in un contenitore coperto con una pellicola. Preparare la bagna unendo gli ingredienti, mescolare sul fuoco fino a che si scioglie lo zucchero.
Una volta raffreddata la torta dividerla in due dischi,
Spruzzare bene con la bagna,  farcirla con la crema pasticcera al cioccolato e
chiudere la torta
ricoprire tutta la torta con la crema ganache
decorando a piacere.
noi abbiamo messo le decorazioni di pasta di zucchero
volute da Rebecca

più cioccolatosa di così....
Gio 

29 ottobre 2018

Ghirlanda cuore d'Autunno

Realizzata con le cannucce di carta /giornale, 
ogni tanto la passione per l'intreccio ritorna ...
 una ghirlanda con al centro un cuore, ( come QUESTO  ma più piccolo) entrambi bianchi, risultato che si ottiene avvolgendo le cannucce verso il margine del giornale
per la ghirlanda si deve preparare prima un lungo cilindro che andrà poi chiuso a cerchio
Se a qualcuno interessa la tecnica della ghirlanda a spirale potete trovare le semplici istruzioni in questo video su Youtube
per irrobustire e proteggere ho dato su tutto due mani di colla vinilica leggermente diluita con l'acqua
 una volta che tutto si è  asciugato per bene, sono passata alla decorazione
 per il cuore ho creato un fiorellino di stoffa
con al centro una spirale di carta leggermente concava

 alla base della ghirlanda ho incollato un bel fiocco
ho fissato il cuore alla ghirlanda con una fascetta dello stesso tessuto
ecco la ghirlanda finita ...
l'ho già appesa alla porta di casa.

La musica dell’estate lontana vola intorno all’autunno
 cercando il suo nido perduto.
(Rabindranath Tagore)


A presto
Gio


26 ottobre 2018

W le zucche!

Puntuali come ogni Autunno ... arrivano le zucche a rallegrare gli occhi, il cuore e la tavola, questa del mio centro-tavola è un regalo di Sergio, il mio consuocero, in attesa di trasformarla in buone pietanze ,insieme ad altri frutti autunnali fa bella mostra di sè.


Poesia di Ludovico Ariosto
La zucca e il pero
Ci fu una zucca che in pochi giorni 
crebbe tanto in altezza che coprì 
i rami più alti delsuo vicino, un pero.



Una mattina, svegliatosi da un lungo sonno, 
il pero aprì gli occhi e vide 
i nuovi frutti che gli pendevano sul capo.


Le disse: - Chi sei? Come sei salita 
fin quassù? Dov'eri prima, quando io, 
stanco, mi sono addormentato?


Essa gli disse il nome e gli mostrò il punto 
giù in basso dove era stata piantata: - Fin qui - 
disse - in tre mesi son giunta, accelerando il passo.

- Ed io a fatica arrivai a questa altezza 
dopo trent'anni - soggiunse il pero - lottando 
con tutti i venti, il caldo e il gelo.

Ma tu, che in un momento arrivi in cielo, 
sii certa che tanto in fretta, così com'è 
cresciuto, verrà giù il tuo stelo.
A presto
Gio

21 ottobre 2018

Deco-torta per Lorenzo

 Per festeggiare la sua nascita e la gioia che ha portato a mamma e papà




Alcuni dicono che la felicità bisogna cercarla lontano;
 altri dicono che dimora vicino, nella casa;
 ma la felicità perfetta è nella culla di un bimbo.
(Proverbio cinese)

a presto
Gio
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...