30 gennaio 2013

orologio ricicloso 3

RICICLO CREATIVO
OROLOGIO
tic tac ..tic tac..
un'altro orologio, questo è per Daniel e Tania
la base è un 'orologio di plastica che ho smontato e dipinto con
il colore acrilico nero.I fiori grandi sono fatti con i rotoli tagliati 
in 4 ovali, per ogni fiore ne ho usati 8, li ho uniti con la spillatrice
e dipinti con il nero acrilico

                     
i petali dei fiori pieni li ho fatti con i cartoni delle uova 
ne ho incollati 8 su di un tondo di cartoncino 

 il centro dei fiori è fatto con una striscia ritagliata dal rotolo della carta
 igienica (ogni rotolo diviso in 3 parti) ho piegato doppia ogni striscia ,
 l'ho arrotolata e fermata con un punto di colla a caldo

ho colorato entrambi con l'acrilico color albicocca


tutti i riccioli sono fatti tagliando in 4 strisce i rotoli ,
 colorate e arrotolate
le foglie le ho ritagliate dal coperchio del contenitore delle uova


i centri dei fiori sono fatti con la base del bicchirino

 ho assemblato tutti i pezzi neri unendoli con la colla vinavil
 e dove serviva anche con qualche punto di spillatrice,
ho dato su tutto un'altra mano di colore acrilico .
Il giorno dopo ho incollato le parti colorate albicocca.


28 gennaio 2013

crostata frutti rossi

TORTA DI COMPLEANNO PER STEFANIA

CROSTATA DI KAMUT
 CON CREME E FRUTTI ROSSI

 INGREDIENTI :
per la crostata
170g di farina bianca di kamut
30g. di maizena
200 g di farina integrale di kamut
150 g di zucchero
200 g di burro
2 tuorli +un uovo intero
un pizzico di sale

per la crema pasticcera
mezzo litro di latte (350latte+150panna)
7 tuorli 
140 g di zucchero
50 g di maizena
una bustina di vanillina

per la ganache
400 g di panna
150 g di cioccolato fondente
30 g di burro

per la copertura 400 g di frutti rossi
(uva ,ribes, lamponi o fragole )
zucchero a velo


PREPARAZIONE

Mischiare le farine con lo zucchero, le uova, il sale e il burro
 ammorbidito a pezzi , impastare velocemente , formare
una palla e mettere in frigorifero per almeno mezz'ora.
Stendere la pasta frolla in una tortiera , mettere sopra 
l'impasto (bucherellato con la forchetta )un foglio di alluminio
 con dei legumi secchi e cuocere x 25 minuti a 180 gradi,
togliere i legumi e cuocere altri 10 minuti .

per la crema pasticcera
portare ad ebollizione il latte con la vanillina
in una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero ,unire la
maizena, incorporare il latte e rimettere sul fuoco basso fino
a che la crema si addensa

per la crema ganache
riscaldare la panna  con il burro senza che prenda bollore
fuori dal fuoco unire il cioccolato a pezzi
mescolare fino a che il cioccolato sia completamente sciolto e
 la crema diventi lucida,raffreddare in frigorifero


lavare e asciugare delicatamente la frutta
montare la crema ganache con un frullino e stenderla 
delicatamente sul fondo della torta, lasciare raffreddare per qualche
momento in  frigorifero, fare  uno strato di crema pasticcera
disporre sopra la crema i frutti rossi.
prima di servire cosparger di zucchero a velo.

Buonissima !!!
grazie Mario

27 gennaio 2013

avrai

Oggi è giorno di festa per tante cose ....
prima tra tutte è la festa della FAMIGLIA
Ho dentro di me la consapevolezza che  il bene più
prezioso che possiedo è l'affetto della mia famiglia,non c'è
ostacolo che non possa essere superato e non c'è momento di
gioia se non è condiviso con i miei cari .

Oggi la mia famiglia si riunisce per fare gli AUGURI a
STEFANIA


sono piccole cose che hai lasciato a casa in un cassetto
dove mi rifugio quando mi manchi ...
Buon Compleanno !

la giornata della memoria



OGGI SI CELEBRA LA..............


.......tutte le vittime del nazismo, al fine di ricordare la SHOAH (sterminio del popolo ebraico),onorando anche chi ebbe il coraggio di opporsi  proteggendo e salvando i perseguitati .
Il 27 Gennaio del 1945 venivano abbattuti i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz e tutto il mondo  vide l'orrore che l'esercito tedesco in fuga aveva lasciato dietro di se . Dal 2000 commemoriamo questo giorno e ovunque si vedono immagini e documenti, si ascoltano le testimonianze di chi è sopravvissuto , eppure l'antisemitismo non è finito, ci sono ancora in giro per il mondo e anche in Italia "persone " che negano l'esistenza delle persecuzioni.................


È davvero meraviglioso che io non abbia lasciato perdere tutti i miei ideali perché sembrano assurdi e impossibili da realizzare.
Eppure me li tengo stretti perché, malgrado tutto, credo ancora che la gente sia veramente buona di cuore.
Semplicemente non posso fondare le mie speranze sulla confusione, sulla miseria e sulla morte.
Vedo il mondo che si trasforma gradualmente in una terra inospitale; sento avvicinarsi il tuono che distruggerà anche noi; posso percepire le sofferenze di milioni di persone; ma, se guardo il cielo lassù, penso che tutto tornerà al suo posto, che anche questa crudeltà avrà fine e che ritorneranno la pace e la tranquillità.

dal libro "Il diario di Anna Frank. "
da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/libri/frase-105533?f=a:1216>

24 gennaio 2013

cassette di legno

DECOUPAGE

CASSETTE DI LEGNO
Chi come me ama pasticciare con materiali di riciclo, i colori,  la colla,
 la carta ecc...ha sempre bisogno di contenitori per riporre
 (nascondere) il tutto . Le cassette di legno delle confezione regalo
dei vini sono comode e richiudibili e sono un'ottima base per la
 decorazione Decoupage


Ho scelto delle carte con immagini di animali e le ho ritagliate 


ho spugnato il coperchio e i laterali delle cassette con i colori acrilici
una volta asciutti vi ho incollato le figure , in fine ho dato su tutto 
una mano di vernice all'acqua



il caos persiste ,ma è dentro...
non lo vede nessuno!!!!

22 gennaio 2013

monte Cornizzolo

dalla finestra di casa mia


Monte Cornizzolo
anche se il cielo è coperto,  un raggio di sole si riflette sulla neve

20 gennaio 2013

bignè allo zabaione

IL dolce di  Mario
BIGNE'
CON CREMA PASTICCERA ALLO ZABAIONE 
GLASSATI AL CIOCCOLATO


INGREDIENTI 
PER LA PASTA CHOUX
(36 bignè circa )-185 cl di acqua-25 cl di latte-165 g di burro
175 g di farina 00-5 uova intere-un pizzico di sale

PER LA CREMA ZABAIONE
500 g di latte intero-200 g di zucchero-6 tuorli
100 g di farina-25 ml di marsala secco

PER LA CREMA GANACHE
100 ml di panna fresca-100 g di cioccolato fondente-30 g di burro

PREPARAZIONE
Mettere l'acqua in una casseruola capiente,aggiungere il burro a pezzi e il pizzico di sale, quando comincia a bollire versare in un colpo solo tutta la farina setacciata, mescolare energicamente fino a che non comincia a staccarsi dal fondo della casseruola. Togliere dal fuoco e trasferire nella planetaria ,aggiungere il latte e le uova incorporandone  uno alla volta,alla fine dovrebbe avere la consistenza di una crema ben soda. 


Versare l'impasto in una sacca da pasticciere e formare i bignè direttamente sulla teglia imburrata (senza carta forno) .Infornare a 200 g x 25 / 30 minuti. 


 Intanto che riposano preparare  la crema  montando i tuorli con lo zucchero unire la farina e li latte precedentemente portato ad ebollizione, mettere sul fuoco basso  fino a che si addensa , far raffreddare. Preparare la ganache facendo bollire la panna con il burro ,spegnere il fuoco e unire il cioccolato a pezzi continuando a mescolare


 Riempire i bignè con la crema ,servendosi di una siringa con il becco lungo ,intingere ogni bignè nella crema cioccolato . tenere nel frigorifero fino al momento di servire


grazie Mario




19 gennaio 2013

la sfinge

VASCO


Come quell' enormi sfingi distese per l'eternità
 in nobile posa nel deserto sabbioso, 
essi scrutano il nulla senza curiosità, calmi e saggi.

Charles Baudelaire

17 gennaio 2013

la lezione dell'asino

Ti racconto...

LA LEZIONE DELL'ASINO

Un giorno l’asino di un contadino cadde in un pozzo. Non si era fatto male, ma non poteva uscire dal pozzo. L’asino continuò a ragliare sonoramente per ore, mentre il proprietario pensava al da farsi. Finalmente il contadino prese una decisione crudele: concluse che l’asino era ormai molto vecchio e che non serviva più a nulla, che il pozzo era ormai secco e che in qualche modo bisognava chiuderlo.
Non valeva pertanto la pena di sforzarsi per tirare fuori l’animale dal pozzo. Al contrario chiamò i suoi vicini perché lo aiutassero a seppellire vivo l’asino. Ognuno di loro prese un badile e cominciò a buttare palate di terra dentro al pozzo. L’asino non tardò a rendersi conto di quello che stavano facendo con lui e pianse disperatamente. Poi, con gran sorpresa di tutti, dopo un certo numero di palate di terra, l’asino rimase quieto. Il contadino alla fine guardò verso il fondo del pozzo e rimase sorpreso da quello che vide. 
Ad ogni palata di terra che gli cadeva addosso, l’asino se ne liberava, scrollandosela dalla groppa facendola cadere e salendoci sopra. In questo modo, in poco tempo tutti videro come l’asino riuscì ad arrivare fino all ’imboccatura del pozzo, oltrepassare oltre il bordo e uscirne trottando.
La vita andrà a buttarti addosso molta terra, ogni tipo di terra. Principalmente se sarai dentro un pozzo. Il segreto per uscire dal pozzo consiste semplicemente nello scuotersi di dosso la terra che si riceve e nel salirci sopra.  Quindi, accetta la terra che ti tirano addosso, poiché essa può costituire la soluzione e non il problema».


l'asinello

Perline
ANIMALI 3D
L'ASINELLO


schema




16 gennaio 2013

pettirosso

Il PETTIROSSO
La canzone dei Queen è natalizia,
lo è anche il paesaggio , le immagini sono
un regalo trovato non sotto ma sopra un albero.

video
anche un giorno qualunque
può sembrare Natale !!! no?

15 gennaio 2013

S.Alessandro

INTORNO
passeggiata invernale alla chiesetta romanica 
di S. Alessandro
seconda metà XII secolo
DOLZAGO località Cavonio

















Gli alberi sono lo sforzo infinito della terra per parlare al cielo in ascolto.

Rabindranath Tagore




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...